I problemi di odori in una fabbrica scandinava di biogas sono acqua passata

AIRCON® HC-XL

La produzione di energia elettrica nel rispetto dell'ambiente è assolutamente positiva, ma a volte è associata a fastidiosi effetti collaterali. Durante la produzione di biogas, ad esempio, è possibile che vengano sprigionati cattivi odori. Un fornitore scandinavo di impianti di biogas ha trovato una soluzione adatta e definitiva al problema grazie alla collaborazione con Desotec. Due filtri mobili a carboni attivi ad alta capacità impediscono che l'odore sprigionato dall'H2S vengano rilasciati nell'ambiente circostante.

L'azienda scandinava è specializzata nella costruzione e nella fornitura di impianti di biogas. Per un importante cliente industriale, l'azienda ha costruito una nuova unità che ogni anno fa fermentare almeno 300.000 tonnellate di rifiuti biologici industriali, producendo 8 milioni di m³ di biogas all'anno, ovvero circa 1.000 m³ all'ora. Il biogas viene trasformato in biometano di qualità del gas naturale. Dopodiché l'azienda immette l'energia nella rete elettrica, rifornendo 5.000 famiglie. La produzione è iniziata alla fine del 2018.

L'upgrading del biogas a biometano avviene tramite una tecnologia che si chiama "scrubbing con ammine". Questa tecnologia produce un flusso di gas di 2000 m³/h, che viene rilasciato nell'aria circostante. Il flusso contiene anche 2000 ppm di H2S (acido solfidrico), che provocano problemi di odori. Il contraente e co-proprietario dell'unità di biogas si è messo rapidamente alla ricerca della soluzione adatta per risolvere il problema. Dopo aver cercato invano altre possibilità, l'azienda si è rivolta a Desotec. I responsabili avevano conosciuto la nostra azienda un paio d'anni fa in un primo colloquio conoscitivo.

Dopo l'accettazione del preventivo, abbiamo affrontato rapidamente il problema installando nel giro di una decina di giorni due filtri a carboni attivi di tipo AIRCON® HC-XL. I filtri mobili sono molto adatti per trattare efficacemente grandi portate con forte contaminazione. Dopo un'analisi del flusso di gas, i filtri sono stati riempiti di carboni attivi impregnati di tipo AIRPEL® ULTRA DS-6, che sembrava la soluzione migliore per purificare il flusso residuo.

I filtri sono in uso da qualche settimana e producono ottimi risultati. Le misurazioni all'uscita dei filtri non rilevano più la presenza di H2S (0 ppm). Il cliente è molto soddisfatto del risultato di questa soluzione. Desotec provvede inoltre a monitorare la situazione: i filtri vengono subito sostituiti quando sono saturi, senza compromettere la produttività dell'impianto di biogas.