Il carbone attivo per il trattamento delle acque freatiche inquinate

Desotec Mobicon

Una città che ospita i Giochi Olimpici è per due settimane al centro del mondo. Parigi, che nel 2024 ospiterà l’evento sportivo mondiale, non lascia nulla al caso per poter fare la migliore impressione. I francesi stanno lavorando, ad esempio, all’ampliamento e alla modernizzazione della rete metropolitana. Desotec dà una mano procurando sedici filtri a carbone attivo per un progetto di sanificazione collegato a tali lavori della metropolitana.

Nonostante ci vogliano ancora cinque anni fino alle Olimpiadi di Parigi, nella città si svolgono già numerosi interventi infrastrutturali. Grand Paris Express è il nome del grande progetto della metropolitana attualmente in corso nella capitale francese. L’obiettivo dei lavori è di costruire ben duecento chilometri in più di linee e 68 nuove stazioni della metro. A ciò si accompagnano molti lavori di scavo, in cui tra l’altro deve essere pompata e risanata una grande quantità di acque freatiche contaminate. Per questa impresa colossale, un grande specialista francese nel campo della sanificazione e del recupero ha ricevuto l’incarico di depurare a fondo tutte le acque freatiche e riversarle infine nella Senna.

Lo specialista ha lavorato già in passato regolarmente assieme a Desotec per altri progetti di sanificazione e si affida ai nostri servizi anche per Grand Paris Express. Tempo fa abbiamo già consegnato cinque impianti Mobicon. Per una fase successiva del progetto di sanificazione, Desotec ha ricevuto la richiesta di collocare entro fine maggio 2019 ben 16 nuovi filtri Mobicon. Si tratta di otto filtri a sabbia che, dopo che l’acqua avrà subito prima una decantazione, elimineranno tutte le sostanze fluttuanti. Successivamente sono necessari altri otto filtri a carbone attivo per filtrare tutte le sostanze AOX dall'acqua. Il gran numero di filtri è indispensabile per rispondere all’elevata portata volumetrica (800 m³/h). Il carbone attivo è estremamente indicato per l’eliminazione di basse concentrazioni di AOX dai corsi d’acqua inquinati.

I sedici filtri Mobicon saranno in funzione a pieno regime per tre-cinque mesi al Pont de Sèvres, sito collocato nel cuore della città lungo la trafficata strada D1. La consegna e l’installazione tempestive di così tanti filtri entro un arco di tempo limitato è una sfida notevole, tuttavia coerente con la missione di Desotec di anticipare velocemente questioni urgenti attraverso soluzioni flessibili. Il cliente ha scelto filtri mobili a carbone attivo perché rappresentano un’ottima soluzione per progetti temporanei e inoltre possono funzionare su una superficie ristretta.

Dal momento che si tratta di un progetto suddiviso in fasi, è molto probabile che il cliente si affidi alle soluzioni e ai servizi di Desotec anche per un passo successivo dei lavori per il Grand Paris Express.